All'Emilia-Romagna serve un patto per il lavoro sociale per garantire formazione e contratti adeguati alle migliaia di lavoratori che ogni giorno si occupano di chi è più fragile come anziani, disabili, persone in disagio psicologico, economico o sociale. Ne parlo con Maria Cecilia Guerra e Luigi Giove.

Pubblicato il 10/01/2020